September 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Login

Password dimenticata? Nome utente dimenticato?
The best web hosting reviews updated with new hosting providers. HostGator Reviews ratings and coupon codes.

Attvita’ & Risultati

Indagine sulle pratiche di condivisione dei dati

Le autorità locali, I fornitori di energia ei Coordinatori del Patto provenienti da diversi paesi europei saranno invitati a partecipare a un questionario on-line e condividere la loro esperienza attuale nella condivisione di dati energetici, con un focus specifico sulla preparazione degli inventari base delle emissioni (BEI) e dei Piani di Azione per l’Energia Sostenibile(SEAP). Sarà chiesto loro di condividere le buone pratiche esistenti nel settore della raccolta dei dati energetici e nela condivisione, così come i problemi, i limiti e le difficoltà incontrate.

Per accedere al sondaggio, fare clic qui.

Analisi della UE e quadri giuridici nazionali

L'accesso a dati energetici di buona qualità dipende fortemente dal quadro giuridico che disciplina il settore energetico, le politiche sulla concorrenza e le politiche dei consumatori. Pertanto, uno dei primi compiti dei partner del progetto MESHARTILITY è quello di analizzare l'Unione europea e i quadri giuridici nazionali che influenzano la raccolta e la condivisione dei dati energetici. L'analisi aiuterà a identificare le "sfide e le barriere sui dati", a livello europeo e nazionale (12 paesi di progetto) e di proporre soluzioni per superare queste barriere.

La relazione della analisi dei quadri giuridici in materia di condivisione dei dati sarà pubblicata entro gennaio 2013!

Tavole rotonde europee e nazionali

I principali soggetti interessati, comprese le società di servizi energetici e le autorità locali dei 12 paesi di progetto, saranno invitati a partecipare ad una serie di tavole rotonde, al fine di condividere la loro esperienza sulla raccolta dei dati energetici e sulla condivisione e a sostenere il miglioramento delle strutture comunitarie e nazionali che influenzano questo processo . Due tavole rotonde a livello europeo e diverse tavole rotonde nazionali/regionali sono previste, con almeno 15 partecipanti ciascuna.

Le tavole rotonde saranno organizzate entro la primavera del 2013.

Firma di accordi di cooperazione locali

Uno dei risultati principali della prima serie nazionale di tavole rotonde sarà una serie di accordi di cooperazione in materia di condivisione dei dati locali che verranno sottoscritti tra gli enti locali e i fornitori di energia, così come con le altre parti interessate in grado di fornire dati energetici (associazioni di costruzione edile, ESCO, ecc .). Gli accordi contribuiranno a generare una situazione win-win in generale nella relazione ente locale-utility e di sviluppare piani d'azione per l'energia sostenibile sulla base di dati reali in 74 comuni di 12 paesi del progetto.

Sviluppo di linee-guida e di un manuale per la produzione di dati di comunità a livello locale

L'opuscolo avrà l’obiettivo di offrire una guida pratica alle autorità locali su come affrontare le sfide relative alla raccolta dati. Sarà specificamente progettato per il personale tecnico comunale ed i consulenti impegnati nella preparazione di un inventario di base delle emissioni locali (BEI) e un piano d'azione per l'energia sostenibile (SEAP). Il manuale riporterà come, tra le altre cose:

  • descrivere i requisiti relativi ai dati (che tipo di dati sono necessari per preparare BEI e SEAP di buona qualità?);
  • suggerire strategie di ricerca e potenziali partner per lo sviluppo dei dati a livello locale necessari per una corretta pianificazione energetica sostenibile;
  • Riassumere sfide tipiche di dati per Enti Locali in Europa e consigliare modalità per far fronte a tali sfide;
  • fornire un elenco di Enti/Organizzazioni a livello nazionale/regionale in cui sono disponibili i dati.

Il manuale comprende sezioni per ciascuno dei Paesi di progetto al fine di fornire supporto su misura per i comuni che operano in diversi contesti nazionali.

Sviluppo dei SEAP

72 comuni selezionati provenienti da diversi Paesi saranno supportati nello sviluppo dell’ inventario base delle emissioni(BEI) e di piani d'azione per l’energia sostenibile (SEAP) - sulla base di dati bottom-up attendibili. Idealmente, questi saranno sviluppati in collaborazione con le società di servizi energetici che operano nei territori dei rispettivi comuni.

Attuazione di almeno 144 azioni previste nei SEAP locali

Entro il 1° anno al termine del completamento dei SEAP, ciascuno dei 72 comuni selezionerà e implementerà almeno 2 azioni previste nel suo piano. Le azioni porteranno alla riduzione di CO2, all’aumento del risparmio energetico e all'uso di fonti energetiche rinnovabili, così come verranno mobilitati nuovi investimenti e creati nuovi posti di lavoro. I partner del progetto supporteranno la preparazione di queste azioni, individuando fonti di finanziamento adeguate e, se necessario, attraverso lo sviluppo di piani di investimento.

Una sintesi di ciascuna delle azioni realizzate sarà pubblicata nella sezione "Buone Pratiche" del sito web Meshartility in modo da servire come fonte di ispirazione e motivazione per altre autorità locali europee.

Rendere i risultati del progetto ampiamente disponibili e aumentare del numero di firmatari del Patto dei Sindaci

Al fine di fornire alta visibilità alle attività di progetto e ai risultati, per condividere la conoscenza acquisita durante la sua realizzazione e per aumentare il numero dei firmatari del Patto dei Sindaci (CoM), i partner di progetto attueranno una serie di attività di comunicazione e diffusione. Useranno strumenti di comunicazione quali: sito web del progetto, depliant, newsletter, presentazioni durante le diverse manifestazioni europee e nazionali, organizzazione di Energy Days locali, ecc.

I partner del progetto MESHARTILITY inoltre entreranno in rete con altri progetti EIE al fine di creare sinergie con le loro attività.

 

Logo IEELa responsabilità per il contenuto di questo sito è degli autori. Esso non riflette necessariamente l'opinione dell'Unione Europea. Né l'EASME né la Commissione Europea sono responsabili per l'uso che potrebbe essere fatto delle informazioni in essa contenute.