November 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Login

Password dimenticata? Nome utente dimenticato?
The best web hosting reviews updated with new hosting providers. HostGator Reviews ratings and coupon codes.

Bidonì, terzo incontro per il PAES

07 October 2014

Il Comune di Bidonì organizza per lunedì 13 ottobre alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare dell’Ente una assemblea pubblica per la discussione  del PAES nell’ambito del percorso partecipato previsto dal Patto dei Sindaci.

Il presente incontro persegue il fine di informare la cittadinanza circa il PAES prodotto dall’Amministrazione Comunale nell’ambito di Meshartility, al fine di permettere ai Portatori di Interesse a livello territoriale di avere conoscenza delle azioni che il piano prevede per la concreta riduzione delle emissioni di CO2 a livello comunale e per lo sviluppo della “Green Economy”.

sardegna_bidoni1

Attraverso l’Associazione Borghi Autentici d’Italia, il Comune di Bidonì ha aderito al progetto Meshartility, co-finanziato dalla Commissione Europea, che ha come obiettivo, da un lato, di contribuire allo sviluppo di soluzioni e strumenti che facilitino lo scambio di dati sui consumi energetici tra utilities ed enti locali impegnati nella valutazione locale dei gas a effetto serra; dall’altro, la pianificazione di azioni per affrontare tale questione attraverso il risparmio energetico, l’efficienza energetica e l’utilizzo di energie rinnovabili.

Parteciperanno all’incontro il Sindaco di Bidonì Silvio Manca e la Tutor Locale Carina Pinna (Associazione Borghi Autentici d’Italia).

Tutti i cittadini, gli operatori economici locali e le associazioni sono invitati a partecipare per approfondire il progetto ed apportare contributi e suggerimenti.

Per maggiori approfondimenti su Meshartility è possibile consultare il sito ufficiale del progetto o la sezione del sito BAI dedicata.

 

Logo IEELa responsabilità per il contenuto di questo sito è degli autori. Esso non riflette necessariamente l'opinione dell'Unione Europea. Né l'EASME né la Commissione Europea sono responsabili per l'uso che potrebbe essere fatto delle informazioni in essa contenute.