November 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Login

Password dimenticata? Nome utente dimenticato?
The best web hosting reviews updated with new hosting providers. HostGator Reviews ratings and coupon codes.

Piano nazionale efficienza energetica

22 July 2014

Come previsto dalle norme comunitarie in ambito energetico, l’Italia dovrà tagliare entro il 2020 i consumi di energia primaria per un totale del20% e sta per essere presentato il Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica 2014, che prevede interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici e privati con i quali il Paese inizierà a lavorare agli obiettivi europei in ambito ambientale.

Il Piano d’Azione è redatto dall’Enea e presenta una ricognizione della normativa attualmente vigente, degli strumenti a disposizione e delle risorse che, insieme agli strumenti, sono oggi utilizzate per ottimizzare il consumo energetico.

piano_efficienza_energetica

Per quanto riguarda il settore edile, centrale per le politiche ambientali e per il raggiungimento degli obiettivi per il 2020, la Strategia Energetica Nazionale del Piano d’Azione prevede diverse misure da adottare, tra cui l’incremento degli edifici a energia quasi zero, il consolidamento delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni civili, maggiori incentivi per gli interventi sul patrimonio immobiliare della Pubblica Amministrazione.

Dallo studio del patrimonio edilizio esistente, emerge l’esistenza in Italia di circa 13,6 milioni di fabbricati, dei quali circa l’87% destinato a uso residenziale: di questi 13,6 milioni, circa 700.000 edifici risultano non utilizzati, a causa delle condizioni precarie in cui versano o per mancanza di recupero edilizio ed è proprio su questi che si potrebbero attuare interventi di riqualificazione sostenibile.

Per quanto riguarda il residenziale, si stimano investimenti per un totale di 24,1 miliardi di euro l’anno. Per ciò che concerne, invece, il non residenziale, si stima che la superficie di edifici potenzialmente riqualificabili (sia pubblici che privati) sia pari a 13 milioni di mq l’anno: Intervenendo su questi immobili, si otterrebbe un risparmio energetico del 60% per il settore pubblico (uffici e scuole), del 45% per il settore privato (uffici, alberghi, scuole e banche) e del 35% per i centri commerciali.

Il Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica 2014 è stato redatto dal Ministero dello Sviluppo economico in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con la Conferenza Stato Regioni Province autonome. A breve sarà approvato dal Consiglio dei Ministri e subito dopo verrà trasmesso alla Commissione europea.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI, VISITA IL SITO DI ENEA…

 

Logo IEELa responsabilità per il contenuto di questo sito è degli autori. Esso non riflette necessariamente l'opinione dell'Unione Europea. Né l'EASME né la Commissione Europea sono responsabili per l'uso che potrebbe essere fatto delle informazioni in essa contenute.